Materiale
Informativo
avatar

Alessandro Marzocchi

4 anni fa

(all'origine pubblicato venerdi 29 giugno 2018 H 23:58:00)
Dopo anni di abbandono finalmente lavori di manutenzione pubblica a Punta Ala, comprensibilmente attirano l'attenzione ed anche critiche.
Copio il testo di alcune mail ricevute.
(1)
Ciao Alessandro e a tutti voi, per segnalarvi quanto il Comune faccia per noi. Chi arriverà ora per le vacanze estive si troverà una sgradita sorpresa.
Sono stato la settimana scorsa a Punta Ala, abito allo Scoglietto.
Con mia grande sorpresa il Comune ha pensato bene di far sparire tutti i cassonetti dalla via lasciandone solo alcuni all’inizio ed alla fine della stessa.
Io abito al centro, il che vorrebbe dire che ogni giorno io o chi per me si dovrebbe fare più di 200 mt. a piedi per scaricare la spazzatura!!!
Pare che il problema non sia solo mio, ma che ci sia stata in tutta Punta Ala una risistemazione dei cassonetti.
La causa di tutto ciò sembra che sia una contestazione del Comune alla azienda che fa la raccolta riguardante i costi eccessivi e chi ci va di mezzo siamo sempre noi.
Segnalo inoltre alla curva per andare al Gallia un montarozzo delle solite radici dei pini che costringe le macchine ad allargare pericolosamente la curva, ho notato che in giro dei rappezzi sono stati fatti, ma come al solito in via approssimativa ed incompleta.
(2)
Confermo quanto scritto e aggiungo che anche al poggettone i cassonetti numericamente sono la metà.
Non sono assolutamente sufficienti adesso figurarsi in agosto!
Cosa possiamo fare?
Dei due cassonetti ne è rimasto uno e .. capovolto!
(3)
E' GIUSTO, ANZI GIUSTISSIMO, ATTIRARE NUOVE PERSONA A PUNTA ALA, MA CREDO SIA PRIORITARIO EVITARE CHE QUELLE CHE GIA' VI ABITANO, -- SIANO COSTRETTE A "SCAPPARE" VIA !!!!!!
CORDIALI SALUTI A TUTTI E BUONE VACANZE, IN PARTICOLARE A QUEI RESIDENTI AL POGGIO ALLE MANDRIE, CHE CAUSA IL SENSO UNICO, SONO COSTRETTE A FARE 2 KM IN PIU' PER ANDARE ALLA SPIAGGIA.
(4)
confermo anche per poggio alle mandrie la riduzione dei cassonetti e rilevo che in questa operazione di asfaltatura a macchia di leopardo, l'anello di poggio alle mandrie è stato escluso quando versa in un deplorevole stato di manutenzione.
(5)
Non rimane che fare resistenza passiva.
Se tutti non paghiamo la nettezza urbana se ne accorgeranno.

Commenti
* Comunità di Punta Ala sabato 30 giugno 2018 00:05:00 CEST
Intanto segnalo l'area per inviare segnalazioni al Comune.
Invito poi a rispondere Elena Nappi, Vicesindaco delegata ad occuparsi di Punta Ala e che spesso risponde su altri social.
Credo che i lavori non siano finiti, al Vicesindaco dare informazioni più precise.
Neppure possiamo chiedere al Comune di verificare cassonetto per cassonetto, anche se ... il digitale permette di ipotizzare informazioni, segnalazioni e verifiche molto più accurate di quelle che immaginiamo noi, nati nel millennio scorso :-).
Se ci mettiamo al passo dei tempi Punta Ala può diventare un esempio interessante che alla fine si prende cura delle persone (residenti e turisti), dell'ambiente (che è uno e non ne abbiamo un altro di riserva) e spende meno: finchè posso, continuo a provarci.
Avvicinare cittadini ed istituzioni, questa è la scommessa, nell'Italia ipernormata ed iperborocratizzata lo sciopero fiscale porterebbe solo guai. Ed anche qui continuo a pensare al partenariato sociale, o baratto amministrativo, da concordare col Comune e gli altri enti territoriali e sui quali ottenere sgravi di imposte: è nell'art 2 dello statuto di COMUNITA' di PUNTA ALA ... proviamo a crederci?
* Unknown lunedì 2 luglio 2018 09:36:00 CEST
Vi segnalo che sono stato contattato dal Vicesindaco Elena Nappi la quale si e' dimostrata molto sensibile alle nostre lamentele. Mi ha spiegato che la sistemazione dei cassonetti non e' definitiva in quanto ancora in fase di studio, ma che certamente ci dovremo abituare alla raccolta differenziata, cosa sulla quale sono perfettamente d'accordo.
Le ho quindi segnalato che i centri di raccolta devono essere incrementati e che se i cassonetti non saranno comodi per l'utenza lo scopo finale sara' inevitabilmente disatteso.
Non faro' certo 200mt. coi sacchetti della spazzatura in spalla.
Attendiamo quindi gli eventi e segnaliamo ora eventuali disservizi che potranno essere corretti in questa fase di prova.
Stiamo quindi vigili e vediamo che succede...
* Comunità di Punta Ala lunedì 2 luglio 2018 09:57:00 CEST
Prima della pubblicazione i commenti sono "moderati": per invitare ad assumersi responsabilità e per evitare aggressioni, non infrequenti sui social,
Di conseguenza chiedo che i commenti non siano anonimi: ho accettato quello di cui sopra sapendo da altri contatti che il mittente è Valfredo Di Mase, ringrazio per il contributo lui ed Elena Nappi che ha annunciato su FB sue parole che non sono ancora arrivate (grazie al cielo neppure il digitale è perfetto).
* cristiana curti sabato 7 luglio 2018 16:14:00 CEST
Cari tutti, a proposito di lavori incorso ...
Da ieri sera (ca. le 21, direi) l'acqua manca allo Scoglietto (io ho casa a Villa Francesca, lotto 66, all'inizio della strada dopo l'incrocio con Via Montparnasse).
Constatato che non si tratta di problemi "interni", alle 22 segnalai una probabile rottura dell'acquedotto al numero verde segnalazione guasti dell'Acquedotto del Fiora, che ora ha un simpatico call center composto da ragazzi che non sanno neppure dove Punta Ala sia, figuriamoci i diversi comparti. Al numero verde mi si rispose che tutto funzionava impeccabilmente ("anche in zona Santa Brigida"… lascio a voi comprendere come si sia materializzata questa nuova area puntaalese).
Stamattina mi viene detto (dai nostri giardinieri, Gardens, Moscatelli) che la rottura dell'acquedotto, invece, è importante ed è in zona Mandrie, collegata con la nostra.
Ho immediatamente richiamato il num verde di cui sopra (800 35 69 35) e ho rinnovato in modo molto accorato la richiesta di intervento.
Fra l'altro: noi abbiamo ben due cisterne da oltre 5000 litri che mantengono l'acqua nei nostri appartamenti per diversi giorni in caso di improvvisa mancanza. E' probabile quindi che la rottura sia precedente alla giornata di ieri, ma non è dato saperlo.
In questo momento sono a Milano e seguirò da qui la vicenda. In casa a Punta Ala ci sono i parenti con bambini e ospiti (abbiamo 4 appartamenti che compongono la villa…).
Ho chiesto "al Fiora" anche di mandare autobotti per ovviare a questo grave danno, nel caso non si potesse ripristinare il guasto in giornata.
Vi chiedo per cortesia (per chi è in zona Mandrie o Scoglietto):
- di verificare se anche da voi manca acqua
- di intervenire con segnalazioni PRESSANTI nei confronti dell'Acquedotto del Fiora (che fa pagare l'acqua sette volte tanto ai non residenti e poi procura questi gravi disagi da anni) attraverso il numero verde sopra riportato. Più segnalazioni più probabilità di ripristino veloce dell'acqua.
Chiedo scusa per questo indebito "messaggio ai naviganti", ma davvero ci si sente abbandonati di fronte al nulla…
Ringrazio tutti quelli che vorranno collaborare.
Un caro saluto
Cristiana Curti
P.S. aggiornamento in tempo reale delle ore 16.10, diverse telefonate nella mattinata e nel primo pomeriggio al Fiora.
Il consueto call center composto da volenterosi ma del tutto (o quasi) inesperti ragazzi mi aggiorna in varie riprese (dopo aver ogni volta come di consueto con i call center ripetuto la mia storia, riassumendo tutti i dati) che: 1) il guasto/perdita non compare; 2) il guasto/perdita non c'è mai stato, 3) il guasto/perdita c'è eccome e manderanno presto un tecnico a risolverlo, non mi devo assolutamente preoccupare, 4) il guasto/perdita è stato sistemato con successo e da un bel pezzo (chissà di cosa stavano parlando), 5) il guasto/perdita è comparso ieri sera, un tecnico del Fiora è accorso in zona le Mandrie e - CREDENDO DI FARE COSA BUONA - ha mollato lì tutto per tornare con calma, ma ha pensato bene di chiudere un rubinetto che, secondo lui, era collegato a nessuna utenza per evitare lo scialo d'acqua e, invece, così facendo ha messo a secco Mandrie e Scoglietto.
Le risposte non necessariamente in quest'ordine...
Nessuna di queste fa pensare bene.
E naturalmente l'acqua non compare.
Mi chiedo davvero cosa stiamo pagando, chi stiamo pagando, per cosa stiamo pagando.
Se l'acqua non torna entro stasera, domattina parto con una PEC da avvocato e chiedo il risarcimento dei danni.
Qualcuno ha altre notizie? Un abbraccio Cristiana Curti

Nessuna risposta inviata